Cavalcare le Vette – Valchiavenna

Galleria

Lupi delle Vette e La Muvra si sono cimentati in due giorni di pura montagna fra scalate, arrampicate, letture e incontri. Come sempre la montagna è stata una preziosa cornice in cui stringere il rapporto con la natura, immergendosi in un contesto lontano dal rumore e dalla frenesia del ritmo quotidiano. I confronti e le letture si sono susseguite sulla vetta prefissata, in riva ad un magnifico lago ghiacciato e ai piedi di altre severe cime che con la loro disposizione ad arco parevano avvolgerci e accoglierci. Le stesse cime che hanno vegliato sul nostro ritorno e che ci hanno strappato un ultimo sguardo verso l’alto.

 

Cavalcare le Vette – verso la Sorgente

Immagine

Per due giorni e una notte escursioni, arrampicate, letture comunitarie, condivisione di esperienze di montagna e di militanza saranno vissute insieme ai ragazzi de La Muvra Gruppo Escursionistico Montano. Le impervie cime della Valchiavenna ci ospiteranno in questi giorni, offrendoci un meraviglioso panorama.

Se sei un uomo libero.. allora sei pronto a metterti in cammino.

Cavalcare le Vette - verso la sorgente

Ciaspolata ” Nostra Signora delle Vette “

Immagine

Ciaspolata Nostra Signora delle Vette

Situato a 2000 metri di quota, Il Santuario di Nostra Signora d’Europa è la meta di questa ciaspolata comunitaria.
La Statua metallica, alta 13 metri, che rappresenta la Vergine delle Vette, è ricoperta di lamina d’oro ed è stata realizzata, grazie all’iniziativa del Gruppo Alpini di Casatenovo Brianza ed all’interessamento dell’amico don Luigi Re, dallo scultore Egidio Casagrande, di Borgo Valsugana; l’inaugurazione data al 15 ottobre 1957. Posata su di una struttura a settore circolare, pesa 4 tonnellate e funge da Santuario all’aperto. Inizialmente rimase per un anno a Casatenovo; poi venne progettata una collocazione “alpina”, che doveva essere originariamente il pizzo Stella, poi scartato perché l’azione degli agenti atmosferici, particolarmente intensa oltre i 3000 metri, ne avrebbe compromesso l’integrità. Si optò, quindi, per l’attuale collocazione alla Motta di Madesimo. Il trasporto presentava, però, non pochi problemi, che furono superati grazie all’intervento dell’Esercito, che supportò lo sforzo degli Alpini di Casatenovo. Infine fu l’intervento di orafi provetti provenienti non solo dall’Italia, ma anche da paesi europei a contribuire alla realizzazione del rivestimento aureo che impreziosisce e conferisce una splendida luminosità alla maestosa statua.
Sui due cornicioni ai lati del Santuario sono riportate una serie di formelle che, alternate a scritte e raffigurazioni rappresentano due percorsi meditativi, uno per sostenere la speranza e l’altro per suggerire che la Fede guarda a Gerusalemme. Al centro dell’area del Santuario è stato sepolto Don Luigi Re, morto il 14 aprile 1965: per suo interessamento, infatti, come detto, la statua venne realizzata dall’amico Egidio Casagrande.

Ciaspoluna a Madesimo – la Via delle Stelle

Standard

Ciaspoluna - la Via delle StellePartenza: Chiavenna ore 17.00, posteggio stazione
trasferimento in auto a Madesimo (30 min)

Tempo di percorrenza: 1:30 h

Dislivello: 490 m

Quota Massima: 2000 m

Difficoltà: T

Abbigliamento: Vestirsi a strati. Giaccavento, maglione o pile pesante, berretto, guanti e sciarpa, se li avete i pantavento da sci sono l’ideale. Importante per poter calzare le ciaspole sono necessari anfibi o scarponcini da montagna/trekking, niente scarpe da ginnastica.

Attrezzatura:
Per chi non le possiede le ciaspole si possono affittare a Madesimo (costo 7 euro )
Torcia Frontale con batterie di ricambio.

 

 

L’escursione avrà inizio alle 18.00 h a Madesimo in direzione del Rifugio Mai Tardi 2000 M. Costeggeremo il Torrente Scalcoggia per qualche metro per poi incominciare l’ascesa sulla lunga dorsale di pascoli che separa il solco principale della valle Spluga dalla val Scalcoggia fino alla destinazione il Rifugio Mai Tardi, percorreremo i sentieri amati da poeti come Giosuè Carducci, Giovanni Bertacchi e Dino Buzzati, fino alla cima da dove si potrà ammirare sotto la luce argentea del primo quarto di Luna tutto l’anfiteatro di Montagne che circondano Madesimo con la sue cime più alta il Pizzo Groppera 2948 M. e il Pizzo Stella 3163 M.

Alle 19 30 h cena tipica al Rifugio (25 euro, compreso il trasporto in motoslitta per il ritorno a valle).

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien